lunedì 31 agosto 2015

Ritorno, torno ancora. Ripiombo nel solito, previsto. Il primo giorno lo yorkshire dei vicini mi abbaia.
Lavatrice, il solito odore (lo desideravo, levare la nera polvere cubana... eppure.). Soliti suoni, le piante appassite, provare ancora a piantare i chiodi in quel muro duro. Voglio appendere la ragazza col mango, lì.
Disfare tutto, riposizionare. Riacclimatarsi.
Italiano, euro, coldplay, acqua senza sodio, sottofondi lounge, imitazioni di sapori, macchina.
Sono sempre stata qui, davvero?
Il mio ritmo sei ore indietro, mi insegue, mi rincorre, ma sono costretta - costretta - a seminarlo.
Hasta luego, non ballo più.

e.

2 commenti: