martedì 28 luglio 2015

Viceversa

Ho paura di vederti
bisogno di vederti
speranza di vederti
dispiacere di vederti

Ho voglia di trovarti
preoccupazione di trovarti
certezza di trovarti
miseri dubbi di trovarti

Ho urgenza d’ascoltarti
allegria di ascoltarti
fortuna di ascoltarti
e timore d’ascoltarti

cioè
riassumendo
sono fottuto
e raggiante
forse più la prima cosa
che la seconda
e anche
viceversa.


Tengo miedo de verte
necesidad de verte
esperanza de verte
desazones de verte

tengo ganas de hallarte
preocupación de hallarte
certidumbre de hallarte
pobres dudas de hallarte

tengo urgencia de oírte
alegría de oírte
buena suerte de oírte
y temores de oírte

o sea
resumiendo
estoy jodido
y radiante
quizá más lo primero
que lo segundo
y también
viceversa.


Mario Benedetti


sabato 25 luglio 2015

finally, maybe

Il sabato sera sul divano non fa più paura. Voglio godermi ogni minuto di pace qui dentro, ho il silenzio e il mio ordine, i libri, pagine da riempire. Mi ascolto e mi osservo: sento e vedo me stessa. Non chi vorrei essere, non chi ero. 
Abbiamo fatto pace, anima?

F. Perez

domenica 19 luglio 2015

Germogli

Prima c'erano i rami verdi, e già ne ero contenta. 
Poi sono venute le turgide bolle verdi, gonfie di linfa, e sono stata felice.
Ho avuto cura dell'acqua e della luce affinché decidessero di restare.
Poi, l'esplosione aspettata: dieci fiori bianchi e due rossi, e altre gemme ancora che aspettano di scoppiare. 
Mi sento una mamma che alleva bellissimi figli.

sabato 4 luglio 2015

Sfilo i sandali, ah, amo il pavimento freddo sotto i piedi. Il vestito più leggero che ho, la finestra socchiusa. Si sente la musica di una festa all’aperto. Pochi rumori, grilli, cani.
Manca un pezzo dentro di me. La capacità di consumare la bellezza. Mi manca il respiro come davanti a una sorpresa insopportabile, non ce la faccio. Ho bisogno di spartirla, è troppo, è tutto troppo, e 
io sono stanca.