lunedì 23 giugno 2014

L'ultimo appunto è grave. Potrebbe apparire come una sbiadita nota a margine, invece sulla mia pelle è spesso e ricalcato. E' un ordine interiore che mi fa implodere: non farlo.
Le parole hanno un nuovo peso e non ti sono gradite. Perché ti danno così pensiero? Sono mie, un regalo, libero me e riempio te di cose taciute ma vive... 
Vorrei la libertà ti fosse amica fedele, non compagna capricciosa.


domenica 22 giugno 2014

Geni fluttuanti

Questa giornata: una tavoletta di cioccolato avvolta in carta dorata.
L'oro di Klimt, il sapore di questo cioccolato in bocca, ora, perfetto. 
Ho in testa chiome rosse, braccia lunghe, bracciali luminosi.
Era così bella la città, lontana e con quello scrigno.
A volte tornare è tanto triste.


lunedì 9 giugno 2014

Less is More

Non amo le orchidee, le margherite sì. La rarità non rende migliori.