martedì 1 ottobre 2013

Un buco nero risucchia il mio corpo, lo sfila via dalla mente.
Resto con me stessa, privata di materia. Cerco di trattenerla come posso, ma lei ha un’altra direzione, non più la mia forma. Il terrore la divora, con morsi grandi e voraci, la inghiotte senza masticare. Lo sento attraversarmi da parte a parte, freddo e infuocato.
In un bicchiere d’acqua si dissolve ciò che non risolve: nuova materia, nuovo panico. 


Nessun commento:

Posta un commento