martedì 21 agosto 2012

Continua


Qualcosa non quadra nel nostro procedere. Un disequilibrio, una non-armonia.
Il desiderio mi sbilancia continuamente, non mi fa camminare dritta. Tendo verso di te, ho voglia di oltrepassare la linea. 
Il mio corpo si adatta ad un’andatura scorretta, allena ogni nervo a piegarsi. 
Di sera sono stanca, sfinita e senza parole, quelle che tanto vorrei ingoiare per frammenti d’energia.
A forza di raccogliere briciole 
ho la schiena a pezzi e la vista cattiva.
Vorrei parlare, ma ascoltarmi è scoprire una gola completamente scordata, stonata. Non so se riesco più a dire niente di vero, niente di ascoltabile. 

… Sono stanca di avere le ossa rotte.


Nessun commento:

Posta un commento