domenica 1 aprile 2012

piango


Mi sono avvelenata mordendomi il labbro.
Ho gli occhi pieni di verde, la pelle ancora tiepida.
Sento i miei passi sulle pietre, l’ombra del cane, la quiete.
Mi viene in mente una frase. Incredibile.
Vorrei sbavare il contorno di una casa col dito.
Tutto questo è troppo
e troppo poco.



Nessun commento:

Posta un commento