domenica 15 aprile 2012

Dialogo



Truccare i tuoi occhi,
percorrerti
con la punta morbida della matita.
Disegnare il tuo corpo di carta
delle mie parole
sbavate,
destinate al lenzuolo
e al sudore dell’ incubo.
Questo, destino breve,
è il mio desiderio.







Nessun commento:

Posta un commento